ArcelorMittal: le Associazioni dell’autotrasporto chiedono un incontro urgente al Governo

ilva autotrasporto arcelormittal

Tutte le Associazioni dell’autotrasporto – ANITA – ASSOTIR – CNA-FITA – CONFARTIGIANATO TRASPORTI – CONFCOOPERATIVE – FAI-CONFTRASPORTO – FEDIT – FIAP – LEGACOOP PRODUZIONE E SERVIZI – SNA CASARTIGIANI – TRASPORTOUNITO – UNITAI – hanno inviato al Governo una lettera unitaria, chiedendo un incontro urgente sulla vicenda ArcelorMittal, al fine di trovare una soluzione che salvaguardi il settore del trasporto del comparto siderurgico.  

A seguito delle ultime note vicende che riguardano la ArcelorMittal, infatti, le imprese fornitrici di servizi di trasporto hanno lanciato un segnale di forte preoccupazione per il prosieguo della propria attività e per le gravissime conseguenze occupazionali che deriverebbero da un blocco dell’attività, avendo la stessa società sospeso i pagamenti dei servizi già eseguiti nei mesi scorsi.  

Tale situazione si aggiunge a quanto le imprese hanno subìto per la vicenda ILVA, a causa del mancato riconoscimento della condizione di “creditori prededucibili” da parte del Tribunale di Milano che ha determinato la perdita di svariati milioni di euro – nonostante due Leggi, una del 2015 e l’altra del 2017 – altro argomento sul quale le Associazioni chiedono una rapida soluzione.   Le imprese non potranno sostenere ancora a lungo tale aggravio economico e finanziario.