Ad Alberto Musso di ANFIA la presidenza del comitato tecnico OICA per il biennio 2021-2023

In occasione dell’ultimo meeting online del Comitato Tecnico OICA Alberto Musso, Responsabile Area Tecnica e Affari regolamentari di ANFIA, ha ricevuto l’incarico di Presidente del comitato stesso dell’Associazione – di cui ANFIA è membro fin dalla fondazione, nel 1919 – per il biennio 2021-2023.

Il Comitato, attivo dal 1956, coordina le attività di tipo tecnico-regolamentare delle
associazioni dei produttori di autoveicoli affiliate OICA (International Organization of
Motor Vehicle Manufacturers) – organismo internazionale che ad oggi comprende 36
associazioni provenienti da tutti i continenti – e contribuisce attivamente ai lavori del
World Forum for Harmonization of Vehicle Regulations (WP29) dell’UNECE (United
Nations Economic Commission for Europe), rappresentando in quella sede, in modo
unitario, la voce dei costruttori automotive.

Il Comitato tecnico OICA affianca il World Forum (WP.29) nello sviluppo dei regolamenti tecnici internazionali (UN Regulations – UNR, che afferiscono all’Accordo del 1958 sui
principi dell’omologazione e del riconoscimento reciproco, e Global Technical Regulations – GTR, che afferiscono all’Accordo del 1998 sull’armonizzazione globale) inerenti i veicoli stradali. Il Comitato dà riscontro anche alle proposte di regolamentazione da parte di Paesi che non applicano i citati regolamenti tecnici internazionali ed è affiancato, nel suo lavoro, da sei gruppi tecnici di esperti e vari altri gruppi creati ad hoc, che preparano dossier dettagliati sui temi relativi a rumore, inquinamento atmosferico, sicurezza (attiva e passiva) e sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS).

Le riunioni ufficiali del Comitato tecnico OICA si svolgono tre volte l’anno, in sessioni di
due giorni, e vi partecipano una sessantina di esponenti di associazioni automotive a
livello internazionale, dove si concentrano le rappresentanze di tutti i principali OEM.


“Accolgo con piacere questo incarico, raccogliendo il testimone dal mio
predecessore, espressione dell’associazione francese dell’automotive CCFA, che
ringrazio per il lavoro svolto negli ultimi quattro anni – afferma Alberto Musso,
Responsabile Area Tecnica e Affari regolamentari di ANFIA.
Si tratta di un ruolo stimolante, considerando che le attività del Comitato tecnico OICA
danno un fondamentale contributo all’evoluzione tecnica dei regolamenti relativi
all’autoveicolo. Negli ultimi anni, un importante focus regolamentare è dedicato allo
sviluppo delle tecnologie per i veicoli a guida autonoma e alle regole per la circolazione
di questi veicoli in condizioni di sicurezza, argomento complesso e sfidante alla base del
progressivo passaggio dalle attuali sperimentazioni dei sistemi di automazione alla
futura effettiva messa in strada delle auto driverless (advanced and full automation).
Il mio impegno è rivolto fin d’ora a rendere ancora più efficiente il lavoro del
Comitato, a garanzia di decisioni condivise che siano pienamente rappresentative delle
posizioni espresse da tutti i suoi membri, e mi auguro, così facendo, che il Comitato
riesca a portare sui tavoli di Ginevra un contributo di innovazione, nell’ottica di un
continuo miglioramento delle ottime sinergie già sperimentate nei passati anni di
attività con le altre ONG rappresentative del nostro settore industriale”.

Profilo Alberto Musso
Classe 1968, laureato al Politecnico di Torino, sposato, con tre figli, Alberto Musso ricopre dal 2012 il ruolo di Responsabile dell’Area Tecnica e Affari Regolamentari di ANFIA – Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, dopo aver svolto il ruolo di Direttore di CUNA – Commissione Tecnica di Unificazione nell’Autoveicolo (ente federato all’UNI) per cinque anni.
L’Area di attività da lui coordinata all’interno di ANFIA monitora e contribuisce direttamente alle attività di regolamentazione del settore automotive a livello nazionale e internazionale, attraverso la partecipazione ai tavoli tecnico-normativi di maggiore interesse per le aziende associate.
A livello nazionale si segnala la collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e della
Mobilità Sostenibili – Direzione Generale per la Motorizzazione, sulle misure di attuazione del Codice della Strada e il recepimento nella legislazione nazionale delle regole europee per l’omologazione di veicoli, sistemi e componenti, e con gli Enti di unificazione tecnica (UNI e CUNA) sullo sviluppo delle norme armonizzate ai sensi delle direttive di prodotto applicabili alle Macchine.
A livello internazionale ANFIA aderisce alle associazioni europee e internazionali del settore automotive (ACEA, OICA, CLEPA, CLCCR) attraverso le quali segue i dossier tecnico-normativi in corso di sviluppo a Bruxelles (Commissione Europea, Parlamento e Consiglio) e a Ginevra (ONU – Commissione Economica per l’Europa – World Forum per l’armonizzazione dei regolamenti tecnici di omologazione).