Cresce l’Interporto di Pordenone: 2000 treni nel 2022

81

2000 treni movimentati nel 2022, rispetto ai 360 del 2020, primo anno di attività successivo all’inaugurazione del terminal all’Interporto di Pordenone del 2019.
«E’ una cifra che rappresenta un bel passo in avanti, anche perché si tratta di una crescita costante. Ed è uno sviluppo che ha visto non solo l’aumento dei treni transitati a Pordenone, ma anche della movimentazione dei container e dei semirimorchi che nel 2022 ha raggiunto la quota di quasi 50.000 UTI. Questo, per dire che l’Interporto si sta espandendo in maniera “buona” perché aumentano le movimentazioni, crescono le rotte, con l’apertura di nuove direttrici sulle quali operare» ha affermato Silvano Pascolo, presidente di Interporto Pordenone, in una nota di bilancio dell’anno appena concluso. ù
«Nell’ottica del potenziamento della capacità infrastrutturale dell’Interporto – aggiunge Pascolo – l’obiettivo è raggiungere una capacità di 5-6.000 treni/anno e quindi una movimentazione di circa 180.000 UTI. Per raggiungerlo, i principali interventi riguardano la trasformazione del terminal in stazione elementare, l’installazione delle gru a portale e l’aumento del numero di binari operativi. La costruzione di un magazzino raccordato (attestato al fascio binari) avrà la funzione di “transit point” per la gestione e stoccaggio delle merci sfuse».