Il Gruppo Msc completa l’acquisizione di Bolloré Africa Logistics

97

Il Gruppo MSC conferma che la sua controllata al 100% SAS Shipping Agencies Services ha completato l’acquisizione di Bolloré Africa Logistics. La transazione è stata approvata da tutte le autorità di regolamentazione competenti.

L’acquisizione di Bolloré Africa Logistics SAS e delle sue affiliate (“Bolloré Africa Logistics Group”) da parte di MSC, evidenzia l’impegno a lungo termine della compagnia a investire nella supply chain e nelle infrastrutture africane, sostenendo le esigenze dei clienti di entrambe le attività.

MSC ribadisce che gestirà Bolloré Africa Logistics Group come entità autonoma con il suo portafoglio di partner diversificati, sotto un nuovo marchio che sarà presentato nel 2023. Philippe Labonne rimarrà alla guida dell’azienda come Presidente di Bolloré Africa Logistics.

MSC intende continuare a migliorare la connettività del continente con il resto del mondo e a consentire il commercio all’interno del continente africano nel quadro dell’attuazione del libero scambio continentale (AfCFTA). Sostenuta dalla forza finanziaria e dall’esperienza operativa del Gruppo MSC, Bolloré Africa Logistics sarà in grado di rispettare tutti i suoi impegni con i governi, in particolare per quanto riguarda le concessioni portuali.

Il presidente del Gruppo MSC Diego Aponte ha dichiarato:

“Siamo lieti di dare il benvenuto a più di 21.000 nuovi colleghi nella famiglia MSC grazie all’acquisizione di Bolloré Africa Logistics. Desidero ringraziare la famiglia Bolloré, e in particolare Cyrille, per aver condotto la transazione in modo fluido ed efficiente e mi congratulo con loro per aver creato un’azienda così solida.

L’operazione rafforzerà i legami di lunga data di MSC con l’Africa e consoliderà il nostro impegno per la crescita economica del continente, che prevede investimenti relativi alle nuove unità, cantieri navali, terminal container, strutture logistiche e di stoccaggio, oltre alle reti stradali e ferroviarie che sosterranno e miglioreranno il commercio tra le nazioni africane e il resto del mondo. La nostra strategia rimane fedele ai nostri valori e alla nostra visione a lungo termine per la tutela di oltre 150.000 dipendenti in 155 Paesi del mondo.”