Il Suez Canal Container Terminal verrà ampliato, 500 milioni di dollari di investimenti

63

Firmato accordo tra Suez Canal Economic Zone (SCZone) e la società terminalista Suez Canal Container Terminal (SCCT) per la realizzazione di una nuova banchina di 955 metri lineari e di aree per complessivi 510mila metri quadri che si aggiungeranno agli attuali 2.400 metri lineari di banchine e alle aree per 1,2 milioni di metri quadri già operati da SCCT.

Attualmente il terminal di container, operativo nel 2004, ha una capacità di traffico annua di quattro milioni di teu e il progetto di ampliamento dell’infrastruttura, che prevede un investimento di 500 milioni di dollari, consentirà di incrementare la capacità di ulteriori due milioni di teu.

Il capitale sociale di Suez Canal Container Terminal è detenuto al 55% dal gruppo armatoriale danese A.P. Møller-Mærsk, che attraverso la filiale APM Terminals gestisce il terminal egiziano, al 20% dalla COSCO Shipping Ports del gruppo armatoriale cinese COSCO Shipping Holdings, mentre la quota restante è posseduta da istituzioni e imprese egiziane, tra cui la Suez Canal Authority (10,3%) e la National Bank of Egypt (5%).