Mobilità e logistica sostenibile: concluso a Roma il ciclo ”Moveo”

189

Concluso il dialogo con gli stakeholder per la preparazione del documento di analisi e indirizzi strategici

Si è concluso oggi a Roma, presso l’Università Luiss, il ciclo “Moveo”, il percorso di incontri promosso dal Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (Mims) che ha accompagnato la redazione del Documento di indirizzo strategico per la mobilità e la logistica. All’incontro, che ha fatto seguito a quelli che si sono tenuti nei mesi scorsi a Milano, Napoli e Firenze, hanno partecipato oltre duecento operatori della mobilità delle persone e del trasporto merci e oltre cento erano in collegamento da remoto. L’incontro è stato aperto dagli interventi del Ministro Enrico Giovannini, dal coordinatore dei lavori per la redazione del documento Salvatore Rossi, e dal presidente del Comitato scientifico Ennio Cascetta.

“È stato elaborato un documento di ampio respiro, che descrive tutto ciò di cui bisogna tenere conto per garantire ai cittadini una libertà di movimento moderna e per permettere al nostro sistema produttivo uno sviluppo sostenibile grazie a una logistica che abbraccia l’innovazione, valorizzando i lavoratori e dove Stato e settore privato agiscono in sinergia” ha affermato il Ministro Giovannini. “Siamo arrivati a questo risultato grazie all’intenso dialogo con gli operatori del settore. È stato un processo partecipativo senza precedenti che segna un punto di discontinuità nel modo in cui un Ministero come il nostro raccoglie le istanze della società e sviluppa di conseguenza la sua azione. Mi auguro – ha concluso il Ministro – che questo lavoro possa essere apprezzato non solo per gli approfondimenti di specifici aspetti, ma soprattutto per la sua capacità di dipingere un quadro d’insieme, una visione integrata delle infrastrutture e della mobilità che non può essere spezzata in diversi filoni”.

Il documento, che verrà finalizzato nelle prossime settimane sulla base dei commenti forniti nel corso dell’incontro, delinea gli elementi chiave delle infrastrutture di trasporto e dei sistemi di mobilità e logistica nei prossimi dieci anni, avendo in mente l’obiettivo dello sviluppo sostenibile del Paese. In particolare, nel corso dell’incontro sono stati illustrati i principali contenuti del documento, articolato in sei capitoli: la mobilità delle persone; la logistica e il trasporto delle merci; la sostenibilità e la resilienza; l’innovazione tecnologica; il lavoro; le relazioni tra Stato e mercato.