NEXT GENERATION MOBILITY GIORNO UNO: PROTAGONISTI DATI, MAAS E MOBILITA’ AEREA AVANZATA

669

I lavori di Next Generation Mobility aperti dal saluto del ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini. La giornata del 4 maggio avrà ad oggetto la transizione ecologica nella mobilità, con la presentazione dei risultati del Progetto eSmart di cui Logistica & Trasporti modererà il panel dedicato alla mobilità a idrogeno

La prima giornata, aperta dall’intervento di saluto del ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini, ha ruotato attorno a tre punti focali che termineranno il futuro della mobilità: i dati come esigenza imprescindibile per pianificare e decidere sul trasporto pubblico locale, la Mobilità Area Avanzata (ossia elettrica e autonoma) e la mobilità come servizio (MaaS). Cristina Pronello, ordinario del Politecnico di Torino, si è concentrata sui ciò che dicono i dati relativi alla mobilità delle persone per costruire una classificazione e un modello comportamentale. L’obiettivo è capire come è intesa la mobilità da parte delle persone per comprendere le scelte e le abitudini di spostamento e come intervenire per modificarle. Basandosi su diversi ambiti geografici, sia relativi al Piemonte sia alla Francia, è possibile identificare quattro grandi gruppi, ognuno di essi con un diverso rapporto di desiderio verso l’evoluzione del trasporto pubblico.

I “Dipendenti dall’uso dell’auto” percepiscono come un solo vantaggio il comfort, la pulizia e la sicurezza.

I “Dipendenti dal tempo” (che danno valore a tutto quello che possono beneficiare personalmente) chiedono un trasporto pubblico dotato di quello che i primi ritengono tipico dell’auto

Gli “Scontenti dipendenti dal tempo” che sono i classici utenti del trasporto pubblico e i Dipendenti dal piacere di viaggiare eco-friendly che sono gli utilizzatori della mobilità leggera o dolce vogliono entrambi maggiore rapidità e frequenza, non aspettandosi che dal TPL possa venire molto di più.

Questi desideri, se non soddisfatti, afferma Cristina Pronello, potrebbero provocare comunque dei cambiamenti nelle scelte: i Dipendenti dal tempo si sposteranno rapidamente verso altre soluzioni in base alla loro utilità; gli Scontenti dipendenti dal tempo potrebbero spostarsi verso i veicoli privati quando gli svantaggi superano le considerazioni economiche, come i Dipendenti dal piacere di essere eco-friendly ma per ragioni legate all’ambiente. Da un punto di vista pratico, le nuove tecnologie (automazione) e le nuove modalità di accesso all’auto (car pooling) potrebbero per esempio essere attraenti per queste due ultime categorie. Dal punto di vista del trasporto pubblico, la sfida è attrarre investimenti per evitare di essere abbandonato dalla sua base di utenti, pur scontenti. Da un sistema di trasporto tradizionale a uno innovativo, NGM ha ospitato la Terza Edizione della Conferenza Nazionale sulla Urban & Advanced Air Mobility. Diversi i punti di grande interesse: dall’evoluzione normativa e delle direttive europee per la realizzazione dei vertiporti, alle sperimentazioni del trasporto merci via droni, focus dell’edizione di quest’anno del Convegno. Una prospettiva inedita l’hanno offerta Massimo Marciani, presidente del Freight Leaders Council, che ha richiamato l’attenzione sul fatto che la mobilità aerea delle merci in ambito urbano e periurbano non sia prevista nei Piani Urbani della Mobilità Sostenibile (PUMS) oggi in corso di elaborazione. Il rischio è, per i diversi progetti in sviluppo, di trovarsi di fronte a un muro autorizzativo difficilmente superabile. Sul fronte delle realizzazioni pratiche hanno suscitato forte interesse le presentazioni di Lucas Marchesini di Manta Aircraft, di un famiglia di velivoli pilotati o automatici per il trasporto di persone o di merci (inizialmente farmaci e organi per trapianto) a propulsione ibrida (turbina che alimenta batterie e motori elettrici). Attualmente Manta Aircraft è il progetto italiano più avanzato in termini di tecnologia e di realizzazione. La mattinata è proseguita con l’intervento di Luca Bono di B22Hub, che ha anche illustrato le tendenze nel settore dell’energy storage nella mobilità elettrica.

Di seguito programma e relatori della giornata del 4 maggio :

ore 9.00 – 18.30

e-Mobility Smart Grid per i passeggeri e il trasporto merci dell’ultimo miglio nello spazio alpino

L’evento Next Generation Mobility – edizione 2022 – ospita l’evento finale del progetto finanziato dall’UE e-SMART. e-SMART mira a superare uno dei principali ostacoli all’introduzione su larga scala della decarbonizzazione nel Trasporto Pubblico Locale (TPL) e nel trasporto merci dell’ultimo miglio (LML – Last-Mile Freight Logistic): le limitazioni della rete locale infrastrutturale per combustibili alternativi come l’elettrificazione. L’attuale rete di stazioni di ricarica elettriche nella regione alpina è insufficiente per soddisfare la maggiore domanda di energia per TPL e LML. Per evitare picchi di carico e per non mettere in pericolo il funzionamento di altri impianti elettrici, è necessaria una gestione intelligente dei carichi. Ciò richiede standard e norme per testare e convalidare i sistemi, garantendo la stabilità della rete, la ricarica dinamica e modelli di comunicazione uniformi. Il progetto Interreg Alpine Space e-SMART mira a raggiungere questo obiettivo promuovendo la cooperazione transnazionale tra attori pubblici e privati ​​per un approccio integrato alla pianificazione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici e allo sviluppo dei servizi di mobilità elettrica. e-SMART attiva la cooperazione tra le autorità pubbliche e gli operatori della mobilità elettrica e dell’energia attraverso Smart Living Labs a tutti i livelli di governance. Conduce, attraverso una Smart Mobility Road Map per i decisori dello Spazio Alpino a livello intercomunale, a un approccio comune nello sviluppo di servizi di mobilità elettrica in TPL e LML. Il progetto disegna e sperimenta una serie di strumenti operativi transnazionali per tecnici pubblici e privati ​​per pianificare infrastrutture e servizi di mobilità elettrica nel trasporto passeggeri e merci nell’ambito delle reti intelligenti e dei territori intelligenti: uno Smart Energy Toolkit.

Introduzione

ore 9.00 – 10.00

I progetti finanziati dall’UE come e-SMART sono importanti per l’attuazione concreta delle politiche dell’UE a livello locale. È importante organizzare un tale evento per diffondere i risultati dei progetti europei e per farli conoscere al grande pubblico, nonché agli stakeholder pubblici e privati ​​di vari paesi. Ciò consente di migliorare la cooperazione globale e rafforzare l’interesse delle varie parti coinvolte. Ecco perché questa parte enfatizza la cooperazione transnazionale e si concentra sulla presentazione dei risultati del progetto e-SMART. Di seguito sono elencate le varie tematiche dell’evento.

Conduce
Cristina Cavicchioli, 
Project Manager e Ricercatrice del Dipartimento di Sviluppo dei Sistemi Energetici, RSE-Ricerca sul Sistema Energetico

Saluti istituzionali
Claudio Cherbaucich, 
Responsabile Sviluppo, Comunicazione e Sfruttamento, RSE-Ricerca sul Sistema Energetico
Stefania Crotta
, Direzione Ambiente, Energia e Territorio, Regione Piemonte

Presentazione dei risultati del progetto e-SMART
Cristina Cavicchioli, Project Manager e Ricercatrice del Dipartimento di Sviluppo dei Sistemi Energetici, RSE-Ricerca sul Sistema Energetico

Presentazione dei temi del progetto

Policy
Blanka Odlazek, Project manager, BSC-Business Support Centre Ltd.

Digitalizzazione
Charlotte Wallin, Project manager, Kempten University

Trasporto pubblico locale
Gianluigi Berrone, Direzione Opere Pubbliche, Difesa del suolo, Protezione Civile, Trasporti e Logistica, Regione Piemonte

Logistica dell’ultimo miglio
Alessia Padalino, Innovation & Digital Transformation Specialist, Codognotto Group

Energia
Noemi Poize, Responsabile del Dipartimento delle Energie Rinnovabili,  Auvergne-Rhône-Alpes Energy Environment

Firma della Lettera di Impegno e presa visione ufficiale del progetto

Politiche, strumenti e sfide per una mobilita’ sostenibile

ore 10.00-13.00 / 14.30-18.30

La sostenibilità è lo strumento per rendere più vivibile il mondo in cui viviamo. La transizione verso soluzioni più sostenibili per la mobilità individuale, collettiva e delle merci comporta una serie di transizioni e sfide che devono essere superate per ottenere la decarbonizzazione. La mobilità elettrica è un aspetto chiave di questa transizione, poiché i trasporti hanno un enorme impatto a livello ecologico ed energetico. La sostenibilità va quindi sostenuta a tutti i livelli: a livello politico e tecnico (strumenti digitali, ICT), sia per il trasporto pubblico locale che per la logistica dell’ultimo miglio. Essendo l’energia un aspetto chiave, deve essere considerata anche durante la creazione e l’attuazione di quelle politiche e strumenti per la trasformazione del settore della mobilità.

Politiche esistenti e governance a supporto della mobilità urbana sostenibile

10.00-12.00

Conduce

Andrea Ballarin, Partner, Studio Ballarin

Panel: Regolamenti UE su mobilità sostenibile e decarbonizzazione

Bruno Idini, Analista settore trasporti, International Energy Agency

Decarbonizzazione della mobilità in EUSALP: focus sulle iniziative H2
Etienne Vienot, Project Manager, AURAEE e Project manager, EUSALP

Xavier García, Rappresentante, EUSALP

EU funded sister projects

EU sister project INCIT-EV
Miguel Zarzuela, Project manager, CIRCE

EU sister project USER-CHI
Matilde Chinellato, Project manager, Eurocities

EU sister project eCharge4Drivers
Evangelos Karfopoulos, Ricercatore, National Technical University of Athens

move2zero – Piena decarbonizzazione del sistema degli autobus pubblici urbani e integrazione di servizi innovativi on demand nella Città di Graz
Lisa Göttfried, Project Manager e Ricercatrice Smart Mobility, Graz Holding

Panel: Strumenti di pianificazione per le Pubbliche Amministrazioni a livello nazionale e locale

Partecipano alla tavola rotonda:

DarkoTrajanov, Direttore Generale Politica dei Trasporti, Ministero delle Infrastrutture, Slovenia
Sarah Zaiss,
 Project Manager, Landkreis Munich
Nicole Jantschgi, 
Dipartimento per la Tutela del Clima e dell’Ambiente, Klagenfurt Municipality am Wörthersee
Ilaria Sciarrillo, 
Pianificazione e Programmazione Trasporti e Infrastrutture, Regione Piemonte
Andrea Menin, Direzione Infrastrutture e Trasporti, Regione Veneto
Massimiliano Angelotti, 
Direzione centrale Infrastrutture e Territorio, Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
Alessandro Meggiato, 
Dirigente del Servizio Trasporto Pubblico e Mobilità Sostenibile, Regione Emilia-Romagna
Pasquale Mario Mazza
, Consigliere delegato alla Pianificazione territoriale e difesa del suolo, trasporti, protezione civile, Città Metropolitana di Torino
Elena Pedon, Responsabile UdP Politiche di Trasporto e Mobilità Sostenibile, Città Metropolitana di Torino
Chiara Foglietta, Assessore alla Transizione Ecologica e Digitale, Politiche Ambientali, Innovazione, Servizi Cimiteriali, Piano Trasporti, Parcheggi e Strade, Città di Torino

Strategie e strumenti a supporto di una logistica dell’ultimo miglio e di un trasporto merci decarbonizzato e sostenibile

12.00-13.00

Conduce
Guido Piccoli, 
Partner, Alot

Panel: Sfide e soluzioni per l’elettrificazione della logistica dell’ultimo miglio

René Leitner, Codognotto Austria

Accelerare il cambiamento – Alla scoperta della gamma elettrica di Volvo Trucks
Sabina Loner, Emob Product Manager, Volvo Trucks Italy
Arthur Fricks Gomes, 
Emob Manager, Volvo Trucks Italy

Risolvere il dilemma energetico per i camion
Alastair Fairgrieve, Responsabile Servizio Clienti, Tevva Electric Trucks UK

Volta Trucks – Camion elettrici per città sostenibili, con le persone al centro di tutto ciò che facciamo
Carla Detrieux, Direttore sviluppo commerciale, Volta Trucks Sweden

Veronica Oppici, Ingegnere dei Trasporti, AMAT

Il rifornimento del “futuro”
Maria Guglielmino, Fondatrice, Mea Green

Supportare la mobilita’ urbana sostenibile e il trasporto pubblico locale

14.30-18.30

Conduce
Guido Piccoli, 
Partner, Alot

Mobilità elettrica e infrastruttura di ricarica: incertezze e nodi da sciogliere
Fabrizio Arena, Partner, BIP

Panel: La digitalizzazione per supportare la transizione verso un sistema di mobilità sostenibile e una praticità dei servizi

Il futuro del trasporto urbano: la digitalizzazione per i nuovi modelli di offerta e di servizio
Alessandro Distefano, Partner, PwC Italia

Alessandra Bellomi, Struttura Reti Pubbliche e Mobilità Sostenibile, Regione Lombardia

Il Mobility Lab Piemontese: monitorare le esigenze per intervenire efficacemente
Cristiana Botta, Ricercatrice Senior, Fondazione LINKS

In che modo le piattaforme di ricarica intelligenti e gli strumenti di analisi della città generano valore per Autorità e Operatori del Trasporto Pubblico
Ignazio Cordella, Responsabile Marketing e-Bus, ENEL-X

I progetti e-bus di Iren
Mario Nicotera, Responsabile Servizi IrenGO, Iren Mercato

Caterina Pasetti, Analista, UNARETI

Raffaele Gareri, Chief Digital Government Officer, Linkem Italy

Le operazioni della flotta di e-bus: le sfide della pianificazione e i vantaggi dell’ottimizzazione
Lourdes Rico, Marketing Manager, Maior

Transizione energetica nel TPL –  La rete “elettrica”  di GTT
Marco Zanini, Responsabile Ingegneria di manutenzione, GTT

Panel: Le sfide della mobilità elettrica e della ricarica energetica

Conduce
Giuseppe Guzzardi, 
Direttore, La Fiaccola

Samuel  Würtz, Ricercatore, Kempten University of Applied Sciences

Ibrahim Diab, Ricercatore, Delft University of Technology

Il percorso verso l’elettrificazione del trasporto pubblico: complessità ed alternative
Giorgio Zino, Business Director Europe, IVECO BUS

Oliver Albu, Lektri.co

Il futuro di CTM: flotta totalmente elettrica, nuove infrastrutture e deposito ZEB
Bruno Useli, Direttore generale, CTM

Elettrificazione e sicurezza funzionale
Annunziata Fiorilli, Delivery Unit Manager, AKKA

Partecipano alla tavola rotonda:
Francesco Naso, Segretario generale, Motus-E
Francesco Deflorio, Professore, Politecnico di Torino
Andrea Zaghi
, Direttore generale, Elettricità Futura
Saleh Cheikh MohamadRicercatore, Università di Tecnologia di Compiègne
Omar Imberti, Coordinatore Gruppo E-Mobility, ANIE

Sonia Sandei, Head of Electrification, ENEL X

Panel: Strategie e strumenti per supportare e sviluppare la mobilità a idrogeno

Conduce
Francesco Oriolo, 
Giornalista esperto di trasporti su gomma e logistica, Logistica & Trasporti

Partecipano alla tavola rotonda:
Marcello Capra, Senior Advisor, Ministero per la Transizione Ecologica
Giovanni Amateis, Responsabile del Settore Sistema Universitario, Diritto allo Studio, Ricerca e Innovazione, Regione Piemonte
Marcello Baricco, Professore, Università degli Studi di Torino

Intervento a cura di Hyundai

Federico Brivio, Director, Sales and Customer Product Manager, Bosch

La sfida della produzione

Ginevra Rossetti, Head of Mobility & Logistics, RINA

Transizione circolare e mobilità: uno sguardo al di là del Maas
Francesco Quatraro, Professore, Università degli Studi di Torino