ONE DAY TRUCK& LOGISTICS 2020 – DIGITALE E DI SUCCESSO

L’edizione straordinaria interamente digitale di One Day Truck & Logistics è stato un concentrato di interventi e relazioni internazionali di alto profilo, di IRU, ALICE ed ERTICO. Presente con una video testimonianza la Ministra dei Trasporti on Paola De Micheli e da remoto il neo Presidente UNRAE Sezione Veicoli Industriali, Paolo Starace. Premiato con una targa dalle aziende di autotrasporto F.I.A.P., Franco Fenoglio, per i suoi trent’anni di presenza e impegno a favore del settore. Comunicati da DBInformation gli appuntamenti per il 2021: Transpotec Logitec dal 18 al 21 marzo a Fiera Milano e per i Truck&Logistics Days a Bologna al Regency Savoia Hotel.

ONE DAY TRUCK& LOGISTICS 2020

Il 29 ottobre, è stata la giornata di One Day Truck & Logistics, l’evento dedicato alla filiera estesa del truck, intitolato Sostenibilità del trasporto e della logistica – Italia laboratorio d’Europa. La quarta edizione della manifestazione organizzata dal Gruppo editoriale DBInformation, attraverso le due riviste Parts TRUCK e LOGISTICA & Trasporti, in collaborazione con la Federazione Italiana Autotrasportatori Professionali (F.I.A.P.), l’evento divenuto ormai riferimento di tutto il mondo che gravita intorno ai veicoli commerciali e industriali italiani, componentisti, costruttori, allestitori, aftermarket e assistenza, società di servizi, autotrasportatori e logistici, presentava la novità assoluta di essere un evento interamente digitale. Una piattaforma digitale di ultimissima generazione, quella utilizzata dal Gruppo editoriale milanese, che ha consentito sempre l’interazione tra stand virtuali e clienti e la possibilità di partecipare ai numerosi workshop tematici di approfondimento alternati alle sessioni plenarie in diretta dagli studi di Telelombardia, con la conduzione di Maria Ranieri, direttore Automotive DBInformation, Alessandro Peron, direttore F.I.A.P e Francesco Oriolo, responsabile delle riviste Parts TRUCK e LOGISTICA & Trasporti. “Trasformare un evento fisico in un evento virtuale era una sfida, ma la pandemia da Covid-19, ci ha fatto optare per una soluzione che permettesse una più ampia partecipazione per condividere un programma convegnistico di altissimo livello. – ha affermato Maria Ranieri – I numeri e i commenti degli sponsor e di chi ci ha seguito, confermano che la sfida è stata vinta e il nostro ringraziamento va a tutti coloro che ci hanno supportato e seguito in questa avventura. Quando le condizioni esterne lo consentiranno, One Day Truck & Logistics tornerà ad essere il luogo fisico, come sempre è stato, dove le filiere del truck e della logistica si potranno incontrare e fare di nuovo business networking diretto, anche se, visto il successo, anche il virtuale avrà un suo spazio che andremo a definire”. Tutti di profilo elevato gli interventi e i relatori che si sono succeduti nelle tre sessioni plenarie, ciascuna caratterizzata da un filo conduttore: Scenari, Logistica & Trasporti e Digitali e Connessi. La Ministra dei Trasporti on. Paola De Micheli,ha voluto attraverso un contributo video far giungere alla filiera del camione della logistica la posizione del Governo. La Ministra, dopo aver ricordato il fondamentale contributo dato dall’autotrasporto e dalla logistica nella prima fase della pandemia e a proposito della necessità della transizione ambientale, richiesta anche dall’Europa il cui Pil dipende per oltre il 10% dall’autotrasporto, ha affermato che “Non possiamo immaginare una transizione a scapito di un settore che sta dando un contributo di lavoro, di produzione di ricchezza e di raggiungimento di tutti gli obiettivi come quello dell’autotrasporto”. Numerosi gli interventi di ospiti internazionali, quali Raluca Marian, Delegata Generale della Delegazione Permanente IRU presso l’UE, Sophie Punte, Coordinatrice del Gruppo Supply Chain e Logistica Sostenibile di ALICE e Direttore Esecutivo dello Smart Freight Center di Amsterdam e Zeljko Jeftic, Vicedirettore Innovazione e implementazione – Connettività e automazione – Trasporto merci e logistica di ERTICO. Relazioni che hanno fornito alla platea virtuale, rispettivamente, gli ultimi aggiornamenti sulle linee guida delle politiche di trasporto europee, la necessità di una visione olistica del percorso verso la decarbonizzazione che passa anche, ma non solo, per il trasporto su gomma e la sempre crescente importanza dell’intelligenza artificiale e della digitalizzazione del trasporto. Argomenti affrontati anche nella video testimonianza di Igino Colella, President Italy Round Table of Council of Supply Chain Management Professionals (CSCMP), che ha insistito sull’importanza dell’evoluzione tecnologica e della digitalizzazione della logistica. Dell’opzione digitale per la nuova figura di concessionario di veicoli industriali sempre più service provider, ha parlato Gianandrea Ferrajoli, Presidente FEDERAUTO Truck, come strumento che fornisce una forza ancora maggiore alla capillarità della rete di vendita. Una testimonianza estera anche sul fronte dell’aftermarket è stata quella portata dal video di Robert Stevens, Direttore Garage Networks and Technology di Groupauto International, che ha spiegato come la sempre maggiore connessione e digitalizzazione dei veicoli industriale rappresenterà un punto di svolta anche per l’aftermarket che deve essere messo in condizione di affrontare questo cambiamento attraverso l’accesso ai dati del veicolo. La necessità di guardare anche ai fenomeni geopolitici e alla strategicità Mediterraneo per la logistica, è stato l’oggetto della relazione di Paolo Sellari, Professore associato di geografia politica ed economica Università La Sapienza di Roma e Direttore del Master in geopolitica e sicurezza globale. Il Mare Nostrum degli antichi romani, pur rappresentando l’1% superficie degli Oceani del mondo, genera il 19% dell’intero traffico marittimo mondiale dove scenari marittimi, geopolitica e logistica si intrecciano, da qui il ruolo del Mediterraneo nei traffici globali e la loro importanza nello sviluppo di nuove territorialità. Attesissimo l’intervento di Marc Aguettaz, General Manager di GiPA Italia, ormai “l’uomo dei numeri” del mondo truck che ha spiegato l’evoluzione del mercato del ricambio e dell’assistenza, disegnando anche i prevedibili scenari futuri del settore, in particolare delle 3.000 officine interne alle flotte di autotrasporti, attualmente censite. E parlando di camion va sottolineata la presentazione in anteprima tenuta da Gianluca Di Loreto, Partner di Bain & Company di una ricerca condotta su un campione di 400 flotte di autotrasporto italiane di varie classi dimensionali rappresentative del campione italiano, a sei mesi dal Covi-19 che ha raccontato l’impatto della pandemia sull’autotrasporto, evidenziando luci e ombre di un settore che è convinto della necessità del cambiamento di rotta verso una maggiore sostenibilità del trasporto ma è cosciente che una spinta agli investimenti potrà venire soltanto da una ripresa vera e strutturale dell’economia reale. Una ripresa che va incentivata anche nel settore industriale dei truck, come ha sottolineato Fabrizia Vigo, Responsabile relazioni istituzionali ANFIA, la quale ha affermato che nel 1° semestre 2020 si sia assistito ad un calo della produzione di autocarri pesanti del 41%, mentre il mercato ha visto una flessione del 35% e per gli autocarri ad alimentazione alternativa il ribasso delle immatricolazioni sia arrivato al 53%. Procede invece la road map verso un trasporto sempre più digitale, connesso e sostenibile di Scania, come illustrato da Daniel Dusatti, Direttore Vendite veicoli industriali di Italscania nella sua relazione che ha presentato tutti gli obiettivi del costruttore svedese per essere sempre più green, tra cui, la recente presentazione della prima gamma di veicoli ibridi ed elettrici. In un paese in cui oltre l’85% delle merci viaggia su gomma, un altro argomento strettamente connesso allo sviluppo strategico in chiave ambientale del trasporto e della logistica è quello dell’intermodalità. Su questo aspetto e sui differenti interventi previsti dallo Stato per le modalità mare-ferro-gomma, ha parlato Francesco Benevolo, Direttore RAM – Logistica, Infrastrutture e Trasporti Spa, società in house del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. L’evento ha poi vissuto un momento davvero particolare con l’intervento di Franco Fenoglio, Presidente e A.D. di Italscania e personaggio molto conosciuto e apprezzato dal mondo delle aziende di autotrasporto, “un settore per il quale continuerò a battermi per tutta la vita”, ha dichiarato il manager, che ha ricevuto da F.I.A.P. una targa di ringraziamento da parte delle Aziende di Autotrasporto “per lo straordinario lavoro, l’impegno e la passione profusi negli anni a favore del settore”. Unico ospite presente in studio Paolo Pizzocaro, Exhibition Director di Transpotec Logitec, Fiera Milano, che ha parlato di Transpotec Logitec 2021, prevista alla Fiera di Milano dal 18 al 21 marzo, e della necessità di fare squadra e tornare a incontrarsi in sicurezza, sottolineando l’importanza della fiera in un momento cruciale per il settore trasporti e logistica. A proposito di fare squadra Maria Ranieri e Alessandro Peron hanno voluto sottolineare l’importanza della partnership con Fiera Milano che anche nel 2021 vedrà la presenza dei Villaggi dell’Aftermarket Village e del Logistic Village. “La fiera Transpotec Logitec è sempre stata percepita come una manifestazione dove l’autotrasportatore era il cliente. – ha affermato Alessandro Peron – La F.I.A.P. nel 2019 ha cambiato il paradigma, portando l’autotrasportatore e la logistica a proporsi con i propri servizi. Questo è stato rivoluzionario. Il Logistic Village si è così dimostrato il punto di riferimento per il settore, generando un circolo virtuoso e di networking tra tutta la filiera con un occhio particolare alle imprese di trasporto e logistica e la Committenza, come avviene usualmente in ambito Europeo. Per questo motivo nel 2021 replicheremo e devo dire che l’entusiasmo che abbiamo raccolto in questi giorni è fortissimo e la nostra intenzione è dare maggiore spazio al networking e alle opportunità di business con la committenza”. Esperienza confermata da Maria Ranieri, relativamente all’Aftermarket Village: “Un format ormai consolidato alla sua terza edizione, una formula di successo, non solo attività espositiva, ma sviluppo di una community con intensa attività di networking tra i vari anelli della filiera, con in aggiunta una ricca agenda di workshop. Per quanto le adesioni 2021 posso dire che sono già molte. Sempre con l’obiettivo di costruire nuove occasione di business per il settore. In sicurezza”. A chiudere l’edizione digitale di One Day Truck & Logistics 2020, l’apprezzato e appassionato intervento di Paolo Starace, neo-eletto Presidente di UNRAE Veicoli Industriali, l’associazione che riunisce tutti i costruttori esteri di camion presenti in Italia, ad una delle sue prima apparizioni in pubblico nella nuova veste, che ha parlato del contesto e dello stato di salute del mercato dei veicoli industriali in Italia, dell’evoluzione nel medio e lungo termine, tratteggiando i mega trend, alla luce anche dei vincoli normativi e sottolineando l’impegno dei costruttori per un trasporto più sicuro e green. In ultimo, un fuori programma che ha visto protagonista un commosso Presidente F.I.A.P.  Massimo Bagnoli, il quale ha ringraziato e si è complimentato con i relatori e con l’organizzazione. Alessandro Peron, riprendendo i concetti espressi dal Presidente Bagnoli ha dichiarato che “la F.I.A.P. ha partecipato all’organizzazione del One Day Truck & Logistics 2020, , al fianco di DBInformation e delle riviste Logistica & Trasporti e Parts Truck, a conferma di un percorso di collaborazione e di impegno comune a favore della filiera estesa dell’autotrasporto e della logistica. Che il trasporto e la logistica siano da sempre un asset dell’economia è risaputo, ma è importante comprendere il valore di tutta la filiera che lavora per questo settore, un PIL che continua a crescere e occupare centinaia di migliaia di lavoratori e quest’anno l’organizzazione di questo evento ha avuto un significato ancora più importante”. Il Direttore di F.I.A.P. ha poi aggiunto: “Questa emergenza sanitaria unita ai lockdown di marzo e aprile e delle difficoltà che stiamo affrontando, hanno evidenziato in maniera chiara e inequivocabile l’importanza del lavoro svolto dai moltissimi imprenditori e lavoratori dell’autotrasporto, in situazioni molto difficili, senza bagni, senza posti dove mangiare, rischiando la loro vita e sostenendo sulle loro spalle un forte incremento dei costi aziendali. Ma lo hanno fatto con grande senso di responsabilità garantendo rifornimenti a supermercati, farmacie, ospedali e ogni bene ci servisse a casa nostra. Qualcuno li ha chiamati eroi in quel periodo ma sono soltanto persone che lavorano per altre persone, di cui però dobbiamo avere un grande rispetto. Ecco, sotto questo aspetto, ritengo davvero importante e la ringrazio a nome della categoria, la testimonianza portata in questa sede virtuale, dalla Ministra dei Trasporti on. Paola de Micheli”. Maria Ranieri ha infine salutato ribadendo che “gli interesse della filiera truck e l’autotrasporto sono temi che DBInformation segue da tempo, attraverso le sue riviste, le trasmissioni web e webinar e ogni altra occasione nelle possibilità di un Gruppo editoriale. Grazie, quindi e ancora a tutti sponsor che hanno esposto con noi in questo congresso che è stata anche una fiera virtuale. Per chi non ha potuto connettersi per impegni, queste tre sessioni saranno riprese e rimandate live sui nostri canali social nei prossimi giorni. Per tutti l’arrivederci è al Transpotec 2021 dal 18 al 21 marzo a Fiera Milano e per i Truck&Logistics Days a Bologna al Regency Savoia Hotel”.