Peron: “Manca il rispetto e manca il buon senso” #iostoconlafilieratruck

A margine dell’articolo pubblicato lo scorso 23 marzo, riguardante il caso dell’autista romeno bloccato in quarantena in Ungheria, riceviamo e volentieri pubblichiamo la seguente nota pervenuta da Alessandro Peron, Direttore di F.I.A.P. (Federazione Italiana Autotrasportatori Professionali).

Manca il rispetto e manca il buon senso – questo è il primo commento che mi viene leggendo questo articolo. Comprendo la difficoltà di ogni impresa industriale e di trasporto nell’applicare le varie direttive nazionali che arrivano per evitare la diffusione del COVID-19 e sicuramente la mancanza di una regia europea non certo aiuta.

Ma dobbiamo ricordare che in questo momento tutti noi abbiamo una vita quanto meno dignitosa e senza nessuna mancanza proprio grazie ad un settore come quello del trasporto che non si è fermato un attimo e grazie ai suoi uomini che tutti i giorni fanno il loro lavoro affrontando veramente grandi difficoltà.

Un esempio è sicuramente quello descritto, la mancanza di servizi igienici in carico/ scarico o lungo le strade, la mancanza di ristori e la mancanza di mascherine deve far riflettere ognuno di noi sia adesso ma anche alla fine dell’emergenza di quanto siano importante l’attività di queste persone.

Non dobbiamo chiamarli eroi ma averne rispetto perché sono persone che lavorano per le persone.

Non serve ringraziarli ma dobbiamo usare il buon senso e tutti: istituzioni, committenti, gente comune aiutarli a lavorare meglio nel rispetto delle normative e delle indicazioni sanitarie vigenti.

Buon senso ci voleva anche in questo caso, perche è evidente che non si può tenere in quarantena una persona da sola in cabina.

 La FIAP sarà intransigente in questo periodo per supportare la tutela degli interessi delle imprese di trasporto e dei loro dipendenti.

Ognuno deve fare il suo dovere, noi stiamo facendo il nostro.

RispettiAMOiltrasporto

#iostoconlafilieratruck