Trasporto ferroviario: mancano 3000 addetti

100

Nel corso del Forum Mercintreno 2022 FerMerci ha riportato l’attenzione sulla carenza di addetti nel settore ferroviario, proponendo al Governo un piano per la formazione e il  reclutamento di nuove risorse. Secondo l’associazione, che raggruppa i principali operatori del cargo ferroviario attivi in Italia, è necessario un “Patto per la formazione del
personale di esercizio nel trasporto ferroviario merci”.

“Il settore lamenta da molto tempo la carenza di addetti, stimato in circa 3000 unità, e nonostante la disoccupazione giovanile diffusa nel Paese, sono ancora inadeguati gli strumenti normativi necessari per il sostegno dell’attività formativa di nuovo
personale”, scrive in una nota FerMerci.

Il Presidente di FerMerci, Clemente Carta, ha inoltre lanciato l’allarme – durante i lavori del Forum Mercintreno 2022 – per il rincaro energetico che ha colpito il trasporto ferroviario.
“Il costo dell’aumento dell’energia elettrica per il trasporto ferroviario delle merci, rischia di bloccare il settore, gli aiuti previsti nel Decreto Aiuti bis, approvato in scorsa estate, non sono sufficienti a compensare gli aumenti, si consideri che l’aumento è del 517% rispetto allo stesso periodo del 2020”.