VII Meeting Officine TOP Truck

88
Da sinistra: Francesco Corrado, CEO di TOP TRUCK, Robert Stevens, Director Workshop Networks and Technology di Groupauto International e Stefano Baruzzi, Responsabile Operativo di TOP TRUCK

L’importanza di stare insieme e di confrontarsi sui comuni temi di lavoro, ma anche l’esigenza di incontrare colleghi e vecchi amici, stringere mani e scambiarsi sorrisi e ricordi, è forse la lezione più importante che ci ha impartito la pandemia. Una ragione in più quindi per la grande attesa delle officine del network TOP TRUCK che hanno preso parte numerose al VII Meeting TOP TRUCK tenutosi il 21 e 22 maggio scorso a Gabicce Mare. Un evento riservato a tutti gli operatori della rete TOP TRUCK italiana, caratterizzato quest’anno anche da una rinnovata voglia di ritrovarsi oltre il business e che ha aggiunto un gusto particolare al successo crescente della due giorni, che va oltre un format ormai consolidato ma sempre foriero di novità. Anche questa volta quindi alla riunione di lavoro ha fatto seguito una cena in compagnia e, il giorno successivo, la partecipazione al Goodyear FIA European Truck Racing Championship presso il circuito di Misano Adriatico “Marco Simoncelli”, dove era impegnato nelle gare il camion sponsorizzato TOP TRUCK.

Un meeting denso di contenuti

“Si tratta di un appuntamento annuale atteso dalle officine perché consente loro di apprendere direttamente dai responsabili del network i nuovi progetti e le nuove iniziative – affermano Francesco Corrado, CEO e Stefano Baruzzi, Responsabile Operativo di TOP TRUCK – ma questo incontro è anche un momento di confronto e di scambio di opinioni ed esperienze, essendo la platea composta da officine che operano su tutto il territorio nazionale”. E di cose da dire in questo VII Meeting ce ne sono state davvero tante: tra i molteplici argomenti trattati durante la riunione si è spaziato dai servizi tecnologici offerti alle officine ai nuovi progetti, dalle migliorie delle convenzioni già in essere alle nuove opportunità di business; mentre grande importanza è stata data ai progetti internazionali. L’appartenenza ad un Gruppo internazionale è sicuramente uno degli elementi vincenti di questo network e quest’anno a dimostrazione dell’importanza ricoperta dal network italiano è intervenuto al Meeting Robert Stevens, Director Workshop Networks and Technology di Groupauto International, che oltre ad avere annunciato alcuni progetti internazionali che coinvolgeranno anche il network italiano ha voluto premiare personalmente l’eccellenza delle officine italiane. Nel corso del 2021 infatti Groupauto International ha classificato e premiato le officine che si sono distinte a livello mondiale secondo 5 diverse categorie e 4 di queste, 4 officine italiane, sono salite sui primi gradini del podio. Questo riconoscimento di impegno e performance per le officine italiane è uno stimolo a crescere ulteriormente e a continuare a migliorare. La giornata di lavori si è conclusa con una cena che ha consentito a tutti i partecipanti, in un’atmosfera rilassata e di amicizia, di godere delle prelibatezze della cucina. Convivialità proseguita il giorno successivo, domenica di Gran Premio Truck, quando tutti si sono ritrovati al Circuito di Misano dove, di rosso abbigliati con magliette e cappellini TOP TRUCK, hanno potuto vivere dal vivo l’atmosfera del paddock osservando con sguardo competente la frenetica attività dei tecnici, dialogando con i piloti del truck sponsorizzato TOP TRUCK e condividendo esperienze ed emozioni che sono continuate durante le gare a cui gli ospiti del network hanno assistito dai posti riservati in tribuna.

  • Officina Bortolameazzi

1° posto categoria “World-Class Immagine”: allestimento officina, cartellonistica, abbigliamento…

  • Officina Mimo

2° posto categoria “World-Class Marketing-Comunicazione”: pubblicità carta stampata e online, social media…

  • Effeci Service

2° posto categoria “World-Class Customer Service”: soddisfazione del cliente

  • Officina Mantovan

2° posto categoria “World-Class Workshop Formazione”: formazione, diagnosi